Benvenuti !

Credo in una cucina con meno prodotti di origine animale: fa bene a noi e fa bene all'ambiente.

Benvenuti nel blog della buona cucina italiana vegetariana

Prova le mie ricette anche durante le feste: stupirai i tuoi ospiti!

Menù di Natale per Adica Onlus

Menù di Natale
tutti i link per un pranzo di Natale
senza crudeltà

Biscottini neri (sostituire 50 gr di farina con altrettanto cacao amaro)
tartina di Hummus
Tofu in crosta marinato alle erbe
con caponata e patatine bugiarde
bignè al cioccolato con crema di cioccomela

Plumcake di zucca con pinoli e pistacchi per il Natale di Adica Onlus

Plumcake di Natale
farina gr 150
farina di mandorle; gr 50
olio evo gr 50
uova n. 2
lievito chimico gr 15
yogurt gr 125
sale/pepeq.b.
pinoli tostati gr 50
pistacchi gr 80
zucca cottagr 500
zenzero gr 30
semi di coriandolo, cannella,; q.b.



Cuocere la zucca nel forno o nel microonde fino a che diventi morbida, schiacciare e far raffreddare
Nella terrina mescolate le farine setacciate, 1 bustina di lievito,una presa di sale,una macinata di pepe nero e i semi
Unire tutti gli ingredienti liquidi in una nuova ciotola e mescolare con la zucca
Unire, ora, tutti gli ingredienti e miscelare velocemente
Versare il composto in uno stampo da plum-cake dalla capacità di un litro cuocete in
forno pre-riscaldato a 180° x 30 minuti.
Da quando parte la cottura controllate con uno stuzzicadenti la cottura dopo 30 minuti, regolatevi, di conseguenza se cuocere ancora o spegnere.
il profumo si svilupperà piano piano e sarà perfetto il giorno successivo

La cena di Natale

L'associazione A.Di.Ca Onlus è un canile rifugio in provincia di Lodi. Ha un grande progetto: costruire un canile rifugio moderno dove poter ricoverare i cani abbandonati che sono in attesa di una nuova famiglia che li voglia adottare. Per alcuni di loro l'affido non è più possibile perché troppo traumatizzati o malati. Serve dunque un posto dove possano vivere bene, accuditi con amore dai volontari e curati  da professionisti competenti.
Ovviamente servono molti soldi pertanto, anche quest'anno, organizziamo una cena natalizia il cui ricavato sarà devoluto all'associazione per la costruzione del nuovo canile rifugio.
Molti di voi sono troppo lontani per poter partecipare alla cena vi invito, però, a ripensare al vostro Natale preparando qualche piatto vegetariano in più e con i prodotti del vostro territorio. In fondo la cucina mediterranea è fatta soprattutto da piatti senza carne e di prodotti che nascono vicino a casa nostra.
Nel mese di dicembre troverete tutte le ricetta preparate per questa cena.

Castagne! Questa è la stagione giusta

Passione per le castagne?
Io le adoro in tutte le versioni : da quelle fresche cotte a lungo nel vino rosso, con una foglia di alloro a quelle secche, da far rinvenire e cuocere nel latte, alla farina per pane e pasta.
Con le castagne fresche lessate e sbucciate ci preparo uno stufato con le verdure che può accompagnare una polenta o delle tagliatelle, o meglio dei maltagliati. Si possono preparare anche dei meravigliosi tortelli con un ripieno di castagne e ricotta e poi saltati in padella con dell'ottimo burro fresco BIO e cannella (assolutamente da provare!!!).

Crostata alle due marmellate con meringa italiana

la crostata
Da un po' sono fissata con la meringa italiana.
Talvolta ci sono delle preparazioni che mi intrigano e le sperimento in varie versioni per capirne la "chimica".
La meringa italiana è l'idea fissa di questa fine d'estate.

Ieri l'ho sperimentata così
a decoro di una classica crostata preparata con la frolla e ricoperta con le marmellate di ciliege e di pesche preparate durante l'estate.
fiocchi di meringa
A fine cottura abbiamo preparato la meringa italiana e, con un sac a poche con becco spizzettato, abbiamo realizzato dei ciuffetti che poi abbiamo dorato con un cannello a gas.
Raffreddata in frigorifero era molto più buona il giorno dopo.
P.S.: i fiocchetti li ha realizzati mia figlia, con grande divertimento

Clafoutis di pesche al cardamomo (lotta integrata)

Anche quest'anno il GAS Lodi ha organizzato l'acquisto delle pesche dall'Az. Agricola Cortidi di BERZANO DI TORTONA (AL).

Quest'azienda produce frutta secondo la coltivazione a lotta integrata in cui viene ridotto al minimo l'uso di pesticidi.

Le pesche sono un frutto fantastico: nella nostra dispensa non dovrebbero mancare le marmellate e le pesche sciroppate preparate ora e aperte durante l'inverno per ritrovare un sorso di estate quando fuori fa freddo.

Dolce perfetto per la colazione e la merenda, ricco di fibre e molto nutriente
INGREDIENTI
4 grosse pesche mature
140 gr farina
125 gr zucchero per la torta
3 uova grandi
125 cc latte
50 gr burro fuso
cardamomo 6 baccelli
1 pizzico di sale
zucchero di canna 2 cucchiai

Preriscaldare il forno a 180°C
Sbucciare le pesche e poi tagliarle in 8 fette (recuperare il sugo)
Montate le uova con lo zucchero, poi aggiungere il cardamomo pestato e privato del bacello, il burro sciolto e il latte a filo.
Da ultimo, unire la farina a cucchiaiate.
Il composto dovrà risultare morbido come una salsa.
Imburrare il fondo della teglia e cospargere di zucchero di canna e adagiare le fette di pesca
Coprire con la pastella densa livellando con cura
Cuocere in forno per 30 minuti
Eventualmente, una volta freddo, cospargere di zucchero a velo

Si può consumare sia freddo che tiepido

Io non ci sto!

Antefatto: Giallo Zafferano è una bellissima rivista online che pubblica quotidianamente delle ricette con meravigliose fotografie e chiare indicazioni. Questo sito sta promuovendo, in questi giorni, una serie di ricette sfiziose da consumare davanti alla TV mentre si guardano le partite di calcio.
Io non ci sto!
Trovo assurdo che l’alimentazione venga ridotta a capriccio da consumare senza consapevolezza davanti a uno spettacolo, come una partita dei campionati mondiali.
È già molto difficile alimentarci consapevolmente perché i nostri ritmi di vita ci rendono complicato fermarci in cucina a ragionare sul menù e sulla salute che passa attraverso la nostra tavola.
La prospettiva di questi giorni è di spaparanzarsi sul divano con gli occhi e la mente incollati alla TV, con la carica di emozione che ci da una partita e, al massimo, allungare la mano verso un piatto che, di fatto, non vediamo e portarci alla bocca un bocconcino fritto di cui sentiamo a malapena il sapore perché il pallone ci ha occupato tutto il cervello. Perché allora proporre dei piatti fritti, altamente calorici che, a campionato finito, ci avranno depositato almeno due kili di ciccia attorno alla vita?
Dal mese di marzo ci hanno bombardato dalla TV e sui giornali con pubblicità di creme snellenti e miracolose barrette, che in 5 centimetri quadrati, racchiudono l’essenza di un pasto senza calorie, per arrivare, dopo faticosissime ore in palestra, alla mitica prova costume e poi a qualcuno viene in mente che possiamo passare 15 giorni sul divano sgranocchiando polpettine fritte!
Perché una rivista così seguita non riesce ad elevarsi dalla mera raccolta di pubblicità e indicare una via migliore per alimentarci. Perché non presentare dei bellissimi piatti di verdure fresche (cosa meglio in questa stagione) magari a base di sfiziose salsine allo yogurt con i freschi aromi dell’orto?
Io non ci sto!
Non sto a fare l’elenco delle malattie che passano attraverso una scorretta alimentazione, ma voglio sottolineare che le conseguenze le paghiamo tutti con una sanità che assorbe buona parte delle spese dello Stato.
È ora di prendere consapevolezza che è del cibo che mangiamo siamo fatti. E se mangiamo porcherie solo porcherie avremo dentro di noi .

Muffins con pezzetti di cioccolato

Mi preparo la colazione!

La ricetta dei muffins al cioccolato permette l'uso della farina semi-integrale di tipo 2. Questa farina (soprattutto se molita a pietra) permette ai bambini di assumere una buona quantità di fibre, di solito scarse nella loro alimentazione, che migliora la loro funzionalità intestinale.


la ricetta:

bambini a lezione!

Il menù della festa


Abbiamo portato in tavola, con la collaborazione di Enrica, Isabella, Mariele, Nicole e Susy
questi fantastici piatti
Briouats ai carciofi e menta  basta sostituire il ripieno con carciofi saltati in padella con uno spicchio di aglio,

A cena con gli allievi

sabato 17 aprile
ore 20,00
agriturismo Trecascine

cucinando senza ..... Festa di fine corso
Gli allievi cucinano per gli ospiti
se vuoi partecipare iscriviti scrivendo a granatum56@gmail.com

la Pasqua vegan



l'intera cena è illustrata in questo video... le ricette sono in pubblicazione sotto questo post

buona Pasqua a tutti!

Antipasto Cruditè pas cruauté

Mi ha ispirato Mariluna per questo bicchiere di cruditè che ha aperto la cena vegan. La preparazione è estremamente semplice e le verdure da stratificare sicuramente si possono aggiornare alla disponibilità della stagione. È un piatto (ops! un bicchiere) che ha il suo pregio nella croccantezza delle verdure e nel miscelare sapori dolci e aromatici. Si può preparare con  un po’ di anticipo avendo l’accortezza di acidulare le verdure con un po’ di limone.
La particolarità sta nel condimento che abbiamo scelto e nella nota croccante data da un pizzicone di sesamo sopra al tutto.
Le verdure in strato:
finocchio, carota, mela e rucola a finire
La salsa aromatica
olio EVO, zenzero tritato, buccia di limone rapè
Preparare un infusione con questi ingredienti (regolare la quantità di salsa con la quantità di verdure che si devono condire) e lasciare in infusione per 24 ore.
Naturalmente, dato la semplicità della preparazione, gli ingredienti devono essere freschissimi e biologici, soprattutto per quanto riguarda la buccia di limone.

Pasqua e Pasquetta NO CRUELTY

La Pasqua mi sembra un ottima occasione per ripensare alla nostra alimentazione e uscire dagli schemi consumistici che ci vede divoratori di teneri capretti e amabili agnellini (tranne quelli di pasta sfoglia che propone la pasticceria lodigiana).
Vi propongo, dunque, tutti i link alle ricette dell'aperitivo vegetariano proposto il 14 marzo scorso e nei prossimi giorni posterò le ricette che ho realizzato per la Pasqua Vegan lo scorso sabato.
abbiamo caratterizzato questa bellissima ricetta con un sugo ricco di cipolla bianca, se avete dei ragazzi a cena sarà un successone, eventualmente potete cospargete le pizzette ancora bollenti con della mozzarella (o altro formaggio a piacere) e coprite con il sugo altrettanto bollente. Se lo ricorderanno per un bel pezzo. Molti non amano friggere perchè poi l'odore di fritto invade la casa, vi assicuro che con queste pizzette il successo sarà tale che l'odore del fritto non vi infastidirà più!
Crema di tofu nel cucchiaio
, l'importante con il tofu è ricordarsi che si può arricchire con qualunque insaporitore vi piaccia o piaccia ai vostri cari.
Hummus su pane integrale , ricettina estremamente semplice e veloce che può risolvere l'arrivo di ospiti inaspettati, si può spalmare sui crostini o sui ckackers o, magari, su una piadina fatta scldare velocemente in padella.
Muffins rosa , sostituire la zucca, nella ricetta indicata, la barbabietola tritata e asciugata in padella con un po' di burro, per dare un bel colore rosa
Focaccia base,
Focaccia ai pomodorini
, le focacce sono un cavallo di battaglia per picnic e buffet in piedi, insaporite anche con olive, frutta secca, olio aromatizzato con spezie tostate  e quant'atro vi piaccia
biscottini ai formaggi e spezie, una vera raffinatezza per le vostre cene estive, da preparare in anticipo e conservare in barattoli ermetici
Involtini di pasta fillo con riso e mele, questa ricetta la pubblicherò tra qualche giorno e la dedicherò alla mia città: Lodi!
Crema di tofu al cioccolato: chi ha scoperto questa meravigliosa crema dolce ormai la chiama "Tufella" e la propone come merenda ai propri figli, come alternativa gustosa e sana. Provatela e fatemi sapere chi non l'ha gradita!



Aperitivo con i Cani

Domenica scorsa l'associazione A.Di.Ca. Onlus ha presentato il progetto del nuovo canile rifugio che si costruirà a Lodi.

Per l'occasione abbiamo preparato un aperitivo molto sfizioso che vi invito a provare per le vostre feste:

Pizza fritta al sugo di pomodoro e cipolla
Crema di tofu nel cucchiaio
Hummus su pane integrale
Muffins rosa
Focaccia base
Focaccia ai pomodorini
biscottini ai formaggi e spezie
Involtini di pasta fillo con riso e mele

A parte la pizza fritta tutte le altre cose possono essere preparate in anticipo, facilitando così l'organizzazione della festa.
e tutto rigorosamente vegetariano!!

Mi sono innamorata del furoshiki

In questo periodo sono a caccia! Già tra un mese ci sarà la cena per la Pasqua Vegan della LAV Lodi e sto studiando il nuovo menu rigorosamente vegan e goloso.
Nella mia ricerca di nuovi piatti mi sono imbattuta in questa meravigliosa idea: i FUROSHIKI, io odio i sacchetti di plastica e, malgrado tutto il mio impegno a volte dimentico la borsa di tela a casa. D'ora in poi avrò sempre un furoshiki con me grazie a questo video trovato qui.

Cavolo spadellato all'arancia

Basta poco, a volte, per creare un piatto gustoso e sano.

Trovo molto gradevole l’associazione tra certi cavoli e l’arancia. Il tono acidulo e dolce dell’arancia ben si accosta all’aroma del cavolo. In questa ricetta, poi, si sposano magnificamente anche i colori.
La ricetta è molto semplice bastano

Ingredienti
Mezzo cavolo rosso tagliato a listarelle
Un’arancia
Una cipolla rossa
Un cucchiaio di olio EVO
Sale e pepe q.b.

Preparazione
Con un pelapatate ricavare dalla buccia dell’arancia delle scorzette evitando accuratamente di asportare la parte bianca.
Pelare l’arancia e ricavarne degli spicchi pelati al vivo (ritagliare degli spicchi con un coltellino affilato asportando solo la polpa)
Tagliare a fette la cipolla e porla a rosolare nell’olio EVO con la scorza d’arancia
Saltare per pochi minuti a fuoco medio, quando la cipolla diventa translucida aggiungere le listarelle di cavolo e la polpa di arancia
Spadellare fino a che il cavolo diventa appena morbido
Aggiustare di sale e pepe e servire come contorno

Zuppa di farro e pomodorini

Delicatissima, leggera, perfetta per un intestino che non vuole lavorare!
questa zuppa è buonissima tiepida il giorno dopo!

Ingredienti:
  • 150 gr di farro già cotto
  • 100 gr di scalogno
  • 100 gr di sedano
  • 200 gr di pomodorini freschi
  • 100 gr di tofu
  • mezzo bicchiere di vino 
  • olio EVO 2 cucchiai
  • sale e pepe q.b.


Preparazione:
Utlizzare una casseruola larga o un WOK
Rosolare lo scalogno nell'olio EVO fino a che diventa traslucido, senza far prendere colore (eventualmente aggiungere 2 cucchiai di acqua se la temperatura sale troppo)

Aggiungere il farro e continuare a rosolare per alcuni minuti a fuoco medio, poi aggiungere il tofu tagliato a striscioline
Sfumare con mezzo bicchiere di vino, mescolare fino a che non si sente più l'odore dell'alcool nei vapori della casseruola
Tagliare il sedano a tocchetti e aggiungerlo al farro, aggiungere mezzo bicchiere di acqua e mescolare bene
Tagliare i pomodorini a metà, scoprire parte del fondo della casseruola o della parete del WOW e appoggiarvi la parte tagliata dei pomodorini
farli stufare un paio di minuti a contatto diretto con la casseruola perchè prendano sapore poi aggiungerli al resto dei componenti
aggiustare di sale e pepe e cuocere per 10 minuti.



eventualmente spolverare con della ricotta al forno grattugiata


Maltagliati alla farina di castagne




Ingredienti
Farina 0 (meglio di tipo 2) 200 g - farina di castagne 120 g - semola di grano duro 80 g - uova 2 - vino bianco secco q.b. - un pizzico di sale.


Preparazione
Versare le farine sulla spianatoia e miscelarle

Rompere le uova in una ciotola una per volta

Creare un piccolo cratere al centro del mucchietto di farina e versarci un uovo per volta

Aggiungere il sale e cominciare a rompere le uova con una forchetta, iniziando a miscelare, aggiungere 2 cucchiai di vino bianco secco

Impastare, inizialmente con la punta delle dita (se necessario aggiungere altro vino), poi più energicamente con il palmo della mano fino ad ottenere una palla consistente.

Far riposare la pasta 30'

Con il mattarello o con la macchina della pasta tirare una sfoglia dello spessore di circa 1 mm, infarinando il piano di frequente.

Tagliare a rombi irregolari e stendere su di un piano infarinato

Gettare nell'acqua bollente salata e scolare dopo un minuto da che sono venuti a galla.



Condire a piacere con verdure di stagione e castagne bollite saltate

Rimettiamoci in forma

Buon 2010 a tutti!


Finalmente le feste e i grandi pranzi sono finiti.

Abbiamo sicuramente esagerato con le proteine e i grassi animali: tortellini, ragù, cotechini, arrosti, prosciutti e salami, panettoni e mascarpone, nella grande tradizione del Natale Italiano.

Ci sentiamo gonfi, appesantiti e, magari, con qualche rotolino il più.

Torniamo, dunque, a consumare il cibo della pace per il nostro corpo e per la nostra terra.

Cosa c'é di meglio che buttarsi nella cucina vegetariana per dare un po' di tregua al nostro organismo sovraffaticato.

Nelle prossime lezioni utilizzeremo i legumi come valida alternativa della carne sia come zuppe che come creme spalmabili, crocchette e sformati.

come sempre piatti semplici nella preparazione, ma gustosi e non troppo calorici e senza colesterolo.

arance della salute

Banner AIRC
Related Posts with Thumbnails

Consigli



Questo blog si prefigge la pubblicazione delle ricette eseguite durante il corso. Ogni ricetta è pubblicata dopo essere stata sperimentata sia dall'autore che durante le lezioni. Se avete dei dubbi, o se la realizzazione delle ricette vi ha posto delle difficoltà non esitate a postare le vostre richieste.
Buona cucina a tutti!

qui trovate tutte le indicazioni nutrizionali di un alimento

Valori Nutrizionali

cene vegetariane Fan Box

Regala un libro di cucina vegetariana!

Le date dei corsi

Quelli che vi sono piaciuti di più